Impero social: ora comanda Tik Tok

0
37

Ormai da qualche anno i social hanno preso il sopravvento, soprattutto tra i più giovani. Ma ce n’è uno in particolare che durante la pandemia è esploso. Parliamo di TikTok, il social dove è possibile caricare video della durata massima di 10 minuti in seguito all’ultimo aggiornamento, e aggiungere suoni, canzoni o voci. 

Non tutti sanno che TikTok è un social network cinese lanciato nel 2016 inizialmente con il nome di musical.ly. Fondata negli Stati Uniti nel 2009 dalla cantautrice Ke$ha a scopi educativi (gli utenti potevano caricare video della durata di 3-5 minuti in cui potevano imparare ed insegnare diverse materie) non ebbe, però, il successo sperato. Si decise quindi di cambiare il target e di puntare sugli adolescenti. Ecco che nel 2014 viene lanciata la prima versione ufficiale di musical.ly da un’idea di Alex Zhu e Luyu Yang con lo scopo di integrare musica e video in un social network. Nel 2018 musical.ly viene acquistato dall’imprenditore cinese Zhang Yiming e prende il nome di TikTok.

Gli utenti che utilizzano TikTok, soprannominati tiktoker e con un’età minima di 13 anni, si cimentano in balli, parodie, canti e dimostrazioni di ogni genere ed oggi è il social con oltre 1 miliardo di utenti in tutto il mondo.

Ma a cosa deve questo successo? Il periodo storico che abbiamo vissuto, dal 2020 ad oggi, ha sicuramente dato una grande mano. Essendo tutti costretti in casa ci si è dovuti dilettare in qualcosa. C’era bisogno di svagarsi, di evadere dalla realtà costretta nelle quattro mura e TikTok è stato il social che ha permesso questo. Ci si è cimentati in video di ricette, canti, scherzi e doppiaggi. TikTok più di Instagram ha permesso agli utenti di svagarsi. Non era più il solito social dove pubblicare foto perfette, a tratti illusorie ed evanescenti. E lo scopo del social è principalmente quello di passare il tempo e divertirsi.

Il social network è diventato talmente tanto popolare che recentemente sulla piattaforma è sbarcato anche un politico abbastanza famoso in tutto il mondo per le sue nobili gesta ricevendo immediatamente un cospicuo numero di seguaci. Chissà, forse spinti dalla curiosità di vederlo cimentarsi nei tipici balletti tiktokiani o in qualche doppiaggio particolare.

Resta il fatto che oggi TikTok riveste un ruolo fondamentale per la nuova generazione. Non più interessata ad informarsi, ahimè, tramite notiziari o cartacei, è sempre più proiettata a seguire l’influencer o il tiktoker più informato, più simpatico o più sul pezzo di turno. L’influenza che TikTok ha sulla vita quotidiana degli adolescenti è talmente alta che chiunque vuole diventare un tiktoker famoso. Capita non di rado di incontrare un gruppetto di ragazzine intente a provare una qualche coreografia da pubblicare sul social.

Un lato positivo, però, c’è. Di certo la fantasia e la creatività per sfondare in questo social non devono mancare perché creare un contenuto non è così semplice come potrebbe apparire. Bisogna scegliere le transizioni giuste e sovrapporre un video all’altro per dare un senso di continuità che deve coincidere perfettamente con la musica selezionata. 

Insomma, si direbbe quasi un vero e proprio lavoro. Ma è proprio così? Fare il tiktoker sta diventando un lavoro? Pare proprio di si, ma è difficile da accettare, così come è ancora difficile da accettare che esistano gli influencer di Instagram, nonostante la piattaforma sia attiva da più di 10 anni.

Chissà, magari tra altri 10 anni non esisteranno più i lavori “normali” e verremo sostituiti tutti da macchine in modo tale da continuare a seguire il sogno di diventare famosi sui social.

Ah, ma sta già succedendo?

Roberta Conforte

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui