Enigma felino

0
13

Quante volte abbiamo sentito dire che il gatto è un approfittatore, egoista, che si lega solo al territorio e non alla persona? Personalmente innumerevoli volte, ma tutti coloro che vivono con un gatto sanno perfettamente quanto questi luoghi comuni siano profondamente sbagliati. Il nostro amato felino è una creatura che stringe relazioni, giocherellona e sorniona allo stesso tempo, intelligente, furba ed empatica. La lista delle sue caratteristiche potrebbe continuare all’infinito e nonostante tutto rimarrebbe ancora una figura enigmatica, misteriosa con ancora tutto un mondo impenetrabile da scoprire. 

Chiunque vive con un gatto conosce perfettamente che essere intelligente, astuto, affascinante ed elegante sia. Si diventa consapevoli di essere davanti ad un soggetto complesso, misterioso ed enigmatico, che rapisce l’attenzione e ci incanta con il suo profondo mistero. Il gatto ha doti che un essere umano non riesce nemmeno ad immaginare: detentore di circa 200 milioni di recettori olfattivi grazie ai quali prevede cambiamenti climatici e persino attacchi epilettici di noi umani, rivelandosi così, un importante alleato “assistenziale-infermieristico”. Vivere con un gatto, infatti, migliora la qualità di vita sotto diversi punti di vista, dall’emotivo al fisico, dallo psicologico all’energetico. Il nostro felino domestico è un ottimo antistress, ansiolitico e antidepressivo. Accarezzarlo, infatti, riduce lo stress donando una piacevole sensazione di relax, rallenta il battito cardiaco, riduce il rischio di infarto del 30% e abbassa la pressione.

 Le qualità di questa creatura stupefacente però, non sono finite. Il gatto sembra anche indurre un sonno profondo e rilassato a coloro che soffrono di insonnia e inoltre le sue fusa hanno un enorme effetto benefico contro i reumatismi, dimostrandoci ancora una volta le strabilianti doti terapeutiche di questo piccolo felino. Le fusa, infatti, vibrano ad una frequenza che va tra i 20 e i 140 Hz e nelle terapie umane contro le varie forme di artrite si usano tra i 25 e i 50 Hz. Altre proprietà benefiche di questo splendido felino sono la riduzione dello sviluppo di forme di asma nei bambini e i numerosi effetti positivi osservati negli anziani affetti da Alzheimer che vivono con un gatto rispetto a quelli che non ci vivono. Il New Scientist pubblicò, ormai un po’ di anni fa, alcuni studi che affermavano come il cervello del gatto fosse similare a quello umano per forma e funzione. Notizia che non ci stupisce poi così tanto considerando l’intelligenza del gatto e le sue notevoli abilità di apprendimento. L’uomo, inoltre, sembra riuscire a capire prima e meglio il linguaggio del gatto rispetto a quello del cane, cosa osservata e molto gradita dalle persone diversamente abili e/o portatori di handicap.

Ogni gatto è una creatura meravigliosa da scoprire, amare e in particolar modo rispettare. Proviamo, quindi, a farci trasportare nel mistero felino la prossima volta che incroceremo lo sguardo profondo di un gatto e, se ci avrà concesso questo onore, allora ricordiamoci di essere di fronte ad un ieratico Maestro di Vita.

Dott.ssa Francesca Alcinii

www.fioridibachpercaniegatti.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui